Bartolini Focolaio: come è scoppiato. “L’ipotesi certa è questa”

Sorge una ipotesi alquanto verosimile in merito a cosa possa avere originato il focolaio alla Bartolini Bologna. L’ipotesi degli enti medici.

Loading...

Covid Bartolini Bologna focolaio Foto dal web

Il focolaio alla Bartolini di Bologna ha causato finora circa 45 infetti tra i lavoratori, con l’azienda che ha dovuto chiudere due magazzini, provvedendo alla sua immediata sanificazione.

Ora la situazione è sotto stretta osservazione di Asl e del Comune, con lo stabilimento che si erge in zona Roveri che sta comunque proseguendo la sua attività.

Sono diversi i tamponi effettuati. Brt Corriere Espresso riferisce che il cluster di contagi scoppiato nei propri magazzini sarebbe da imputare da “lavoratori di servizi logistici di magazzino gestiti da una società esterna”.

Circa 370 persone sono già state sottoposte a screening.

Sempre Bartolini Bologna informa che le attività procedono, seppure non con i ritmi soliti, e che tutte le misure cautelative e di sicurezza necessarie volte a tutelare la salute di dipendenti e lavoratori sono già in corso.

Si intende arginare il più possibile il contagio.

Tutti i lavoratori hanno cominciato ad osservare un periodo di isolamento in casa.

Bartolini Bologna, come è nato il focolaio

Tra questi ci sono diversi soggetti asintomatici.

Fra i 370 lavoratori sottoposti a tampone ci sono dipendenti della filiale addetti al controllo ed alla lavorazione delle merci in magazzino e drivers.

L’ipotesi su come possa essere sorto questo focolaio alla Bartolini di Bologna vede l’azienda Ausl convinta del fatto che qualcuno colpito da febbre nelle scorse settimane sarebbe poi andato a lavorare subito dopo essersi sentito meglio.

“In questo caso sarebbe stato meglio avvertire il proprio medico curante, ma ciò non è avvenuto.

Alcuni lavoratori, passata la febbre, sono tornati subito al lavoro, senza prestare la necessaria attenzione”.

Ed ora ci si attendono altri casi di Covid, oltre agli almeno 45 emersi adesso.

Che riguarderebbero un solo soggetto con sintomi e per il resto tutti individui asintomatici.

C’è comunque fiducia in merito alle capacità di riuscire a tenere isolato questo focolaio

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *