• Ven. Lug 1st, 2022

Doodles news

Sito web del gruppo LIFELIVE E.S.P.J

Asilo degli orrori: trova il figlio chiuso nell’armadio. La polizia arresta 3 maestre

La mamma arriva all’asilo in anticipo e trova il figlio chiuso nell’armadio.

La polizia scopre ulteriori maltrattamenti e arresta 3 maestre

Sidney Zimmerman è una giovane mamma australiana, che un giorno, recandosi in anticipo a prendere suo figlio, ha scoperto che era stato maltrattato all’asilo.

Lo ha trovato infatti legato ad un seggiolino auto chiuso dentro un armadio.

Incredula e addolorata ha chiesto il motivo di ciò e l’insegnante si è difesa dichiarando che il piccolo faceva i capricci per dormire.

Naturalmente non esiste motivo al mondo che giustifichi una violenza all’asilo, meno che mai se la vittima è un bambino che non vuole dormire.

Sidney aveva deciso di affidare il proprio bambino Slade ad un centro diurno perché finita la maternità doveva tornare a lavoro.

E chi è genitore sa perfettamente quanto possa essere difficile lasciare il proprio piccolo con estranei, soprattutto se è ancora molto piccolo.

Ma Sidney e sui marito, si sono fatti forza, il lavoro è importante e non avevano i nonni a disposizione.

Non tutte le famiglie possono infatti contare su una risorsa così importante come i nonni.

E se per le insegnanti era normale poter pensare di rinchiudere un bambino in un armadio, per Sidney non lo era affatto.

Così, sconvolta, non ha perso tempo e ha immediatamente allertato la polizia locale. Che dopo aver compiuto delle veloci indagini, ha scoperto qualcosa di allarmante.

L’asilo degli orrori

Innanzi tutto il centro diurno non aveva le licenze adatte, di conseguenza la custodia dei bambini era assolutamente illegale.

Inoltre, mettere a rischio un bambino chiudendolo in un armadio senza aria condizionata ha destato particolare preoccupazione per la polizia, che ha scoperto che questa non era la prima volta che un minore si trovava in una situazione del genere.

Gli agenti hanno quindi provveduto ad arrestare 3 persone tra cui Cynthia Human, 45 anni, Mary Parette, 66 anni, e Jennifer Parette, 26 anni.

Inoltre hanno emesso un promemoria relativo alle condizioni minime per ottenere l’accreditamento da parte dei centri diurni.

La polizia ha consigliato ai genitori di controllare tutte le informazioni legali relative agli asili nido e ai centri di assistenza all’infanzia per evitare incidenti come l’abuso sui minori.

Un fenomeno che tocca un gran numero di bambini in tutto il mondo.

Abuso di minori

In effetti, l’abuso sui minori, definito dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo del 1989, fa riferimento a tutte le forme di violenza, abuso fisico o brutalità.